NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

C.A.M.P.P.

Cosa sono i cookie?
Come è prassi comune  quasi tutti i siti web professionali  utilizzano i cookies, che sono  file di piccole dimensioni che vengono scaricati sul computer, per migliorare la vostra navigazione/esperienza. Questa pagina descrive quali informazioni vengono raccolte, come le usiamo e perché a volte bisogna memorizzare questi "cookie". Verrà anche detto come è possibile evitare che i cookie vengano memorizzati,  tuttavia questo processo potrebbe declassare o 'bloccare' alcuni elementi della funzionalità del sito.

Per ulteriori informazioni generali sui cookie consultare l'articolo di Wikipedia su cookie
http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie

Per cosa usiamo i cookies?
Noi utilizziamo i cookie per rendere l’uso dei nostri Siti più semplice e per meglio adattarli ai vostri interessi e bisogni. I cookie possono anche venire usati per aiutarci a velocizzare le vostre future esperienze ed attività sui nostri Siti. Inoltre usiamo i cookie per compilare statistiche anonime aggregate che ci consentono di capire come le persone usano i nostri Siti e per aiutarci a migliorare la struttura ed i contenuti di questi Siti. Non siamo in grado di identificarvi personalmente attraverso queste informazioni.

Come posso controllare o cancellare i cookies?
La maggioranza dei browser internet sono inizialmente impostati per accettare i cookie in modo automatico. Potete modificare queste impostazioni per bloccare i cookie o per avvertirvi che dei cookie vengono mandati al vostro dispositivo. Esistono svariati modi per gestire i cookie. Vi preghiamo di fare riferimento al manuale d’ istruzioni o alla schermata di aiuto del vostro browser per scoprire come regolare o modificare le impostazioni del vostro browser.
Se disabilitate i cookie di cui facciamo uso, ciò potrebbe influenzare la vostra esperienza mentre vi trovate sui nostri Siti , per esempio potreste non essere in grado di visitare certe sezioni o non ricevere informazioni personalizzate quando visitate un nostro Sito.
Se usate dispositivi diversi tra loro per visualizzare e accedere ai Siti Internet (per esempio, computer, smartphone, tablet, ecc.), dovrete assicurarvi che ciascun browser su ciascun dispositivo sia regolato per riflettere le vostre preferenze relative ai cookie.

I Cookies set
Se si crea un account con noi, allora useremo i cookie per la gestione del processo di registrazione e amministrazione generale. Questi cookies solitamente vengono eliminati quando si esce, però in alcuni casi possono rimanere  per ricordare le preferenze del sito dopo l'uscita.
Quando si invia i dati attraverso una form, come quelle che si trovano sulle pagine di contatto o di richiesta, i cookie possono essere impostati per ricordare i tuoi dati utente per  un invio  futuro.
Al fine di avere un buon servizio, vengono fornite le funzionalità per impostare le preferenze quando le si utilizzano, in modo da poterle ricordare per eventuali inserimenti futuri. Per poter eseguire questa funzionalità è neccessario impostare i cookie.

Cookie di terze parti
In alcuni casi particolari utilizziamo i cookie anche forniti da terzi di fiducia. Di seguito i dettagli dei cookie che si possono trovare nel sito..
Questo sito utilizza Google Analytics, che è una delle soluzioni di analisi più diffuse e di fiducia sul web.  Questi cookies possono tenere traccia di variabili come quanto tempo si spende sul sito e le pagine visitate.
Per ulteriori informazioni sui cookie di Google Analytics, consultare la pagina ufficiale di Google Analytics.

Conclusioni
Suggeriamo di tenere abilitati si cookie in caso di dubbio per poter interagire correttamente con il sito.

C.S.R.E. "Le Primizie"
Tel. e fax 0431/370399 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

"Le Primizie" - Costituzione di un nuovo C.S.R.E.

Nella ricerca di nuove soluzioni alle aspettative dell’utenza dei Centri Diurni, dall’aprile 2004 è attivo il CSRE “Nuove Opportunità”, inizialmente con unica sede a San Giorgio di Nogaro e, successivamente, con ulteriore sede a Rivarotta di Teor.

Tale iniziativa ha portato alla constatazione che presso ciascuno dei C.S.R.E. erano presenti alcuni utenti con presunte potenzialità che non trovavano adeguata occasione per esprimersi appieno nello specifico contesto.

 

Gli operatori del CSRE “Nuove Opportunità” si sono impegnati ad organizzare, a favore degli utenti, attività alternative a quelle tradizionali proposte dai Servizi ed in grado di offrire ai giovani ospiti nuove opportunità in termini di stimoli per l’acquisizione di nuove abilità e per l’accesso ad una reale socializzazione, in vista di una più completa realizzazione e promozione della propria identità personale.

Partendo da questa finalità, il gruppo operativo ha agito ponendo un’attenzione privilegiata alla promozione dell’autonomia, orientato dall’idea che la vera riabilitazione muova dalla costruzione di un ruolo sociale attivo.

 

Riflessione Progettuale

Un’attenta riflessione progettuale ha portato alla proposta delle seguenti attività:

  • Attività in biblioteca

Questa attività si svolge all’interno di alcune biblioteche dei Comuni consorziati e si articola nella copertinatura dei libri e in semplici attività di segreteria (imbustare, etichettare i volumi, ritagliare documenti, ecc.).

La specifica situazione formativa stimola gli ospiti sul versante delle capacità relazionali e verso il controllo dei risultati.

  • Attività nel verde

L’attività prevede lo svolgimento di mansioni quali la piccola potatura, la pulizia di aree verdi, la manutenzione di parchi e giardini.

Questo tipo di impegno pone i ragazzi a confronto con la propria costanza e resistenza alla fatica.

  • Integrazione

Per connotare il Centro Diurno come situazione formativa che promuove l’integrazione, si è deciso di consumare i pranzi delle giornate dedicate alle attività esterne, in una trattoria dellazona.

  • Attività formative recenti

Sono stati avviati, a partire dall’anno 2007, grazie alla collaborazione ed alla sensibilità di alcune Amministrazioni Comunali e di soggetti privati, alcuni nuovi percorsi formativi:

  • Collaborazione con un’azienda agricola durante la raccolta delle mele;
  • Collaborazione con una fattoria didattica;
  • Attività di distribuzione di libri al domicilio di anziani soci di alcune biblioteche;
  • Attività di volantinaggio presso alcuni comuni.

 

Considerazioni

Nel suo sviluppo l’esperienza “Nuove Opportunità” ha registrato un notevole successo sia in termini di risultati conseguiti che di interesse esterno. Le domande di ammissione si sono velocemente moltiplicate tanto che in breve temposi è reso necessario costituire la seconda sede di Rivarotta di Teor.

Le richieste di ammissione allo specifico Servizio sono pervenute prevalentemente da giovani disabili che hanno frequentato un lungo percorso scolastico e che, non avendo ancora i requisiti per un’ammissione diretta al SIL (Servizio Integrazione Lavorativa), non hanno dimostrato un interesse per l’ingresso in un CSRE tradizionale. Per tali soggetti “Nuove Opportunità” sta rappresentando la possibilità di sperimentarsi in attività nuove e valorizzanti le capacità personali in vista della definizione del percorso individuale più adeguato. 

 

In conseguenza alle nuove richieste di ammissioni e per fornire sempre maggiori stimoli ai ragazzi ospiti, si è reso necessario articolare e differenziare ulteriormente le attività.

Attualmente gli utenti presso le due sedi sono rispettivamente 11 a San Giorgio di Nogaro e 9 a Rivarotta di Teor.

Nell’ultimo periodo si sono verificati alcuni fenomeni che hanno condotto gli operatori coinvolti ad una riflessione sulla possibile evoluzione dell’esperienza.

Ci si riferisce in particolare a:

  • aumento delle domande di ammissione;
  • difficoltà di attivare dei veri e propri percorsi lavorativi con il S.I.L.;
  • necessità di strutturare in maniera ancor più articolata le attività;
  • necessità di trovare soluzioni alternative per i ragazzi il cui percorso all’interno di Nuove Opportunità si sta esaurendo.

La riflessione su questi aspetti ha spinto gli operatori ad avviare un processo di analisi dei bisogni, effettuato attraverso:

  • osservazione sistematica e l’ascolto degli ospiti durante lo svolgimento delle attività;
  • condivisione delle aspettative loro e delle famiglie;
  • vaglio delle richieste provenienti dai servizi (Equipe territoriale, Comuni, S.I.L.).

Tale analisi ha permesso di puntualizzare i seguenti aspetti:

Bisogni dell’utenza

Entrare in un percorso formativo non “a temine”. In alcuni ospiti del C.S.R.E. si osservano infattidelle buone capacità manuali e una costante crescita motivazionale.

Trovare nuovi stimoli per la crescita e la maturazione personale;

Misurarsi con il raggiungimento di risultati concreti.

Bisogni del servizio

Fornire un’alternativa ai ragazzi che stanno per essere dimessi dal C.S.R.E. Nuove Opportunità;

Rispondere alle richieste del territorio di offrire risorse alternative e diversificate.

Per rispondere ai bisogni sopra descritti il gruppo operativo ha ritenuto opportuno proporre l’attivazione di un nuovo Servizio caratterizzato dallo svolgimento di attività nell’ambito agricolo.

Si ritiene infatti che l’attività (formativa) in ambiente agricolo sia di particolare stimolo per i ragazzi, perché ha a che fare con la vita, con qualcosa cioè di molto concreto e che permetta quindi di sviluppare un progetto più ampio di inclusione sociale.

L’attività agricola si caratterizza per la sua versatilità e duttilità, in quanto è possibile operare sia all’aperto che al coperto (attività collaterali).

Permette inoltre ai soggetti coinvolti di prendere parte a tutte le fasi del processo produttivo, favorendo così la crescita di responsabilità verso il lavoro svolto.

L’agricoltura consente altresì di avere dei ritmi d’azione non incalzanti e di svolgere mansioni diverse, che rendono possibile toccare con mano il risultato del proprio lavoro.

Finalità

Partendo da queste riflessioni, la finalità del nuovo C.S.R.E. agricolo può essere così riassunta:

Creare un contesto formativo di per sé innovativo, sviluppo del percorso di crescita per i giovani in via di dimissione dal CSRE “Nuove Opportunità”, ma anche possibile approdo per futuri utenti, residenti nel territorio della Bassa Friulana, interessati ad affrontare un’esperienza formativa alternativa a quelle tradizionali.

 

Dalla lettura dei bisogni ... all'individuazione degli obiettivi..

 

per l'utenza

  • Sviluppare al massimo le potenzialità personali nella prospettiva di una loro espressione in altri contesti sociali;
  • migliorare la capacità di assumere e portare a termine il compito;
  • rispettare i tempi di “lavoro” assegnati;
  • mantenere degli standard operativi prolungati;
  • aumentare la capacità di concentrazione;
  • sviluppare l’autonomia operativa;
  • conseguire, mantenere, rafforzare capacità manuali e cognitive;
  • assimilare procedure e mansioni specifiche;
  • migliorare la capacità di controllo del risultato;
  • sostenere ed incentivare l’autonomia nell’uso dei mezzipubblici;
  • rispettare le regole del vivere comune;

 

per il servizio

  • rispondere alle esigenze dell’utenza che non sono soddisfabili attraverso le strutture esistenti;
  • articolare maggiormente l’offerta dei servizi forniti dal CAMPP sul territorio della Bassa Friulana;
  • collaborare in rete con il territorio (Amministrazioni comunali, ASS, Associazioni locali, privati).

 

...all'organizzazione delle attività...

 

Per permettere di differenziare le proposte formative e di rispondere alle esigenze di ogni singolo utente le attività saranno strutturate in laboratori.

Laboratorio agricolo

Essendo l’agricoltura legata alle stagioni, inevitabilmente anche le attività del Servizio dovranno seguire i tempi della natura. Si potranno così prevedere diverse colture, in particolare quelle degli ortaggi.
Sarà possibile organizzare uno spazio da dedicare alla cura di alcuni animali da cortile. Gli spazi dove allevare gli animali verranno allestiti dagli ospiti assieme agli educatori.

Laboratorio domestico

Riguarderà il riordino e la pulizia dei luoghi a disposizione (magazzino, sala da pranzo, cucina, spogliatoio, spazi prospicienti il Centro), in questo modo si potranno rafforzare le capacità degli utenti riguardo l’autonomia personale e la cura degli ambienti. Si potranno inoltreprevedere anche semplici lavorazioni dei prodotti raccolti.

Laboratorio falegnameria

Riguarderà la realizzazione e la manutenzione di piccole serre per le colture protette, i recinti per le aiuole, l’allestimento di cartelli esplicativi riguardanti le varie piante. Una volta raggiunta una buona autonomia, i ragazzi potranno approfondire le le conoscenze tecniche della falegnameria.

Laboratorio creta

Quest’attività avrà come scopo l’elaborazione di decorazioni per i vasi ed i contenitori delle piante e dei prodotti coltivati. Anche per questa attività si potranno elaborare progetti di approfondimento per affinare le capacità degli utenti.

Laboratorio informatico

Attraverso l’utilizzo del computer si potranno elaborare schede riguardanti le piante coltivate, le lavorazioni eseguite, i progetti, le ricette possibili con l’utilizzo delle piante, semplici spiegazioni tecniche e storiche dei frutti raccolti e molto altro. L’insieme di queste attività, supportato da esercitazioni anche su materiale cartaceo, permetteranno agli utenti di mantenere e potenziare le proprie capacità cognitive e mantenere le conoscenze acquisite nelle esperienze precedenti.

Accanto a queste attività, connotate soprattutto per la loro valenza formativa, sarà possibile strutturare alcuni laboratori a carattere maggiormente creativo e/o ricreativo.

Laboratorio disegno Attraverso l’utilizzo dei disegni sarà facilitata la spiegazione dei vari processi, dalla semina alla raccolta, l’evoluzione dei metodi di coltivazione e l’utilizzo e lavorazione dei prodotti. La stessa tecnica potrà essere usata per dare espressione ai sentimenti e alle emozioni dei ragazzi.
Attività ludico/ricreative
E’ importante mantenere momenti di svago e ricreazione (preferibilmente di gruppo) e rendere gli utenti protagonisti nell’organizzazione di feste a tema che coinvolgano altri C.S.R.E., le associazioni e le famiglie. Il tema sarà sempre legato alle attività svolte o alle tradizioni locali, si permetterà quindi ai ragazzi di mettere in mostra i prodotti delle attività, di scoprire vecchie tradizioni, di impegnarsi in un progetto all’apparenza semplicemente ludico ma pregno di attività cognitive, fisiche, di comunicazione e socializzazione. Accanto a questo si può prevedere l’apertura del Centro alle visite di soggetti esterni.
Uscite

Si potranno prevedere due tipi di uscita:

  • FORMATIVA - strettamente legata al tipo di attività svolta e all'instaurazione di rapporti di collaborazione con associazioni, enti e privati si prevede di organizzare uscite per partecipare ed osservare le varie fasi del ciclo naturale delle piante, visitare aziende agricole e centri di lavorazione dei prodotti, si possono inoltre riscoprire usanze contadine che fanno ormai parte della cultura locale.
  • RI-CREATIVA - In relazione alla crescita culturale ed allo svago, si ritiene importante sviluppare un programma che sia occasione per gli utenti di visita di città d’arte, luoghi di valore paesaggistico, mostre ed avvenimenti dello spettacolo.

Sarà inoltre possibile organizzare altri laboratori che incontrino i desideri e gli interessi dei ragazzi.

 

Attori del progetto

I destinatari del progetto saranno, nella fase iniziale, sei/otto utenti individuati tra:

  • alcuni ragazzi in via di dimissione dal CSRE Nuove Opportunità per aver concluso il loro percorso formativo in quel servizio;
  • alcuni ragazzi provenienti dal territorio.

con i seguenti requisiti:

  • autonomia nelle abilità di base (alimentazione, abbigliamento, cura della persona);
  • ritardo mentale lieve o medio;
  • età giovane;
  • buone capacità e potenzialità

A regime, la struttura potrebbe ospitare indicativamente dodici o quattordici ragazzi.

Le organizzazioni e i servizi che potrebbero essere coinvolti sono :

  • Amministrazioni Comunali;
  • Associazioni locali private (Auser, Associazioni di categorie);
  • Soggetti del terzo settore;
  • Soggetti privati.